Usb in piazza contro la tratta e lo sfruttamento

Oggi l’Usb sarà in piazza, insieme all’Arci e a tante altre associazioni e sindacati, per ribadire il proprio NO chiaro allo sfruttamento lavorativo, sessuale e alla tratta di esseri umani.

Viterbo -

L’Unione sindacale di Base è sempre presente sul territorio al fianco dei lavoratori, da molti mesi ha intrapreso un percorso di informazione sui diritti e la sicurezza nei luoghi di lavoro, attraverso banchetti informativi settimanali. Banchetti rivolti a tutti i lavoratori, con un’attenzione particolare a quelli migranti, più esposti allo sfruttamento. Sul territorio di Viterbo e provincia, i migranti vengono impiegati come manodopera a basso costo nei campi  in situazioni di semi schiavitù. Persone che vengono assunte con contratti di 12 ore settimanali sulla carta e che, di fatto, fanno 12-15 ore in un solo giorno.

Nonostante questo avvenga sotto gli occhi di tutti, con decine di giovani ragazzi che mattina e sera attraversano la città diretti verso i campi, molti rimangono in silenzio. Troppi.

Usb è in prima linea contro ogni tipo di lesione della dignità delle persone che siano migranti o italiane, al  fianco di tutti gli sfruttati e in lotta concretamente contro ogni diritto negato.

Per questo scendiamo in piazza nella Giornata Europea contro la tratta e lo sfruttamento sessuale e lavorativo che si terrà venerdi 18 ottobre, a Viterbo, in Piazza dei Caduti dalle ore 17.00.   

Usb Federazione del Sociale


Ada Tomasello

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni