Il LAVORO DELLE DONNE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

Questa politica del lavoro costringe a lasciare i figli a parenti o baby sitter nei giorni e negli orari più improbabili

Viterbo -

Usb Coordinamemento donne nel commercio di Viterbo attua una serie di iniziative sul territorio per unire le donne che lavorano nella grande distribuzione. Si inizierà domani con una serie di volantinaggi da Civita Castellana:

 

'A te che lavori come addetta alle vendite o come cassiera non dobbiamo dire come siamo arrivati al punto di lavorare 7 giorni su 7 (a volte 13 giorni di fila senza un riposo), su turni che comprendono anche i notturni e i festivi. Questa politica del lavoro ti costringe a lasciare i figli a parenti o baby sitter nei giorni e negli orari più improbabili.

 

Tu sai che:“Quanti anni hai? Hai intenzione di avere figli?” sono le domande più frequenti nei colloqui di lavoro. E che l'età e la maternità costituiscono la maggior discriminante nella stipula di contratti a tempo indeterminato, per le donne, per non parlare dei limiti riguardanti la “bella presenza”. Tu sai che il tuo giorno di riposo non coincide quasi mai con quello dei membri della tua famiglia o dei tuoi amici. Tu sai che le donne continuano ad essere meno pagate, discriminate per età, isolate e continuamente costrette a dover scegliere tra carriera e famiglia. Ma quello che forse non sai è che: Esistono Diritti di cui bisogna pretendere l'attuazione.

 

Bisogna avere il coraggio di uscire dall'isolamento, e UNIRSI nella lotta per reclamare a gran voce ciò che ci spetta!

 

Ad esempio:

Lo sai che per i primi 3 anni di vita di tuo figlio, non sei obbligata a lavorare di domenica?

Lo sai che per i primi 3 anni di vita di tuo figlio, se sei una lavoratrice full time, puoi richiedere di diventare temporaneamente part time?

Lo sai che durante l'anno di allattamento hai diritto a concordare, col tuo datore di lavoro, le fasce di orario lavorative?

Lo sai che la maggior parte dei negozi non è idoneo al lavoro durante la gravidanza e che quindi sono obbligati a metterti in maternità anticipata?

Lo sai che al rientro dalla maternità molte donne vengono ingiustamente demansionate?

Lo sai che non sei sola/o?'

 

Usb sostiene i diritti delle lavoratrici. Uniti nella lotta contro lo sfruttamento! Per informazioni: valentinasposetti@yahoo.it.

 

 

Coordinamento USB Donne nel Commercio Viterbo

Valentina Sposetti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni