FALLISCE IL REFERENDUM SULLE TRIVELLE: NO QUORUM 32%

Viterbo è provincia, dopo Roma 33,66%, che ha avuto la più alta percentuale di votanti nella regione Lazio.

Viterbo -

Si è concluso alle ore 23.00 il referendum del 17 aprile 2016 che riguardava l’abrogazione della norma che vedeva la durata dello sfruttamento del giacimento, entro le 12 miglia dalla costa , fino ad esaurimento.

 

Il dato nazionale supera di poco il 32%. Solo la Basilicata ha superato il quorum 50,32%, segue la Puglia con il 42,66% e il Veneto 37,88%.

 

Nella Tuscia i cittadini chiamati al voto sono 248.207, di cui 120.766 maschi e 127.841 femmine. Nel viterbese la percentuale di votanti è del 30,35%. Viterbo è provincia, dopo Roma 33,66%, che ha avuto la più alta percentuale di votanti nella regione Lazio. Oriolo Romano 42,20, è il comune dove si è votato di più, Grotte di Castro 20,58 di meno.

 

ACQUAPENDENTE 28,43, ARLENA DI CASTRO 33,08, BAGNOREGIO 25,67, BARBARANO ROMANO32,84, BASSANOINTEVERINA33,36, BASSANOROMANO 29,11, BLERA 28,80, BOLSENA 24,76, BOMARZO 29,00, CALCATA 27,45, CANEPINA 28,28, CANINO 26,78, CAPODIMONTE 31,37, CAPRANICA 34,00, CAPRAROLA 25,90, CARBOGNANO 30,51, CASTEL SANT'ELIA 27,26, CASTIGLIONE IN TEVERINA 27,99, CELLENO 26,13, CELLERE 31,15,CIVITA CASTELLANA 31,84, CIVITELLA D'AGLIANO 28,95, CORCHIANO 34,52,

 

FABRICA DI ROMA 32,47, FALERIA 27,41, FARNESE 30,42, GALLESE 34,44, GRADOLI 25,50, GRAFFIGNANO 31,65, GROTTE DI CASTRO 20,58, ISCHIA DI CASTRO 26,22,LATERA 26,20, LUBRIANO 24,96, MARTA 27,10, MONTALTO DI CASTRO 28,23, MONTEFIASCONE 29,82, MONTE ROMANO 29,35, MONTEROSI 32,13, NEPI 29,78, ONANO 23,20, ORIOLO ROMANO 42,20,

 

ORTE 31,15, PIANSANO 28,23, PROCENO 29,85, RONCIGLIONE 29,30, SAN LORENZO NUOVO 24,06, SORIANO NEL CIMINO 32,72, SUTRI 35,95, TARQUINIA 31,13, TESSENNANO 33,94, TUSCANIA 28,41, VALENTANO 28,83, VALLERANO 25,36, 31,13,VEJANO 34,13, VETRALLA 32,57, VIGNANELLO 25,58, VILLA SAN GIOVANNI IN TUSCIA 29,88,VITERBO 30,84, VITORCHIANO 34,80.

 

 

Per il governatore della Puglia Michele Emiliano “è una vittoria” perché 14 milioni e mezzo di italiani sono andati a votare. “Il presidente del Coniglio deve imparare a rispettare tutti specialmente chi è stato eletto dal popolo”.

 

 

Il Presidente del Coniglio dichiara che sono salvi gli 11.000 posti di lavoro a rischio. Ha proposto l’astensionismo e il consiglio è stato, a quanto pare, seguito. C’è chi dice che i posti di lavoro erano 2000 e che comunque si avrebbe avuto tutto il tempo di ricollocare questi lavoratori.

 

Petrolio e gas sono veramente il futuro? Il PD è convinto che anche il nucleare sia un ottimo affare, anche se gli italiani con il referendum del 2011, 56,99%, dissero il contrario.

 

Il Presidente della Repubblica Mattarella è andato a votare dopo le 20.30, tutti i suoi precedessori, tranne Scalfaro, hanno sempre a votare di mattina.

 

Emanuela Dei

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni