CONTRO LE MISURE ECONOMICHE DEL GOVERNO RENZI, SIT IN DAVANTI ALL'UFFICIO DI COLLOCAMENTO

DOMANI 16.10.2014

Viterbo -

Da anni nella provincia di Viterbo, è diffuso il fenomeno del precariato sia nel settore pubblico che privato.

 

Tale situazione, che dura da più di dieci anni, si è ulteriormente acuita con la crisi, non offrendo più neanche una possibilità di reimpiego nel settore stesso.

Per questo la USB domani mattina 16 ottobre 2014, dalle ore 10,00, presidierà L’ufficio di Collocamento di Viterbo, distribuendo volantini in vista dello sciopero generale del 24 ottobre, per solidarizzare con tutti i disoccupati e porre al centro della discussione anche a Viterbo il Problema LAVORO.

LA “CURA” PROPOSTA DAL GOVERNO RENZI BURATTINO NELLE MANI DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA E DEL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE E’ LA STESSA CHE HA PORTATO LA GRECIA, IL PORTOGALLO, CIPRO A UN PASSO DALLA BANCAROTTA.

• Favorire i licenziamenti illegittimi tutelati dall’articolo 18 non serve all’economia ma a rendere tutti ricattabili e quindi precari.

• Il contratto a tutele crescenti in verità é un contratto di “prova” che il datore di lavoro può, anche dopo anni, interrompere in ogni momento. Quindi tenerci tutti sotto ricatto.

• La scuola, come l’Università torna ad essere “ affare per pochi” senza cultura e al servizio delle esigenze delle imprese.

• Si “taglia” la sanità pubblica ma si finanziano le strutture private con aumento dei costi e abbassamento della qualità.

Per cambiare c’è bisogno di

TUTTI NOI!

La USB Viterbo C’È!!!

 

Federazione USB Viterbo

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni