Viterbo insieme per la pace: Non si può restare indifferenti

Viterbo -

Si è svolta oggi la manifestazione “Viterbo insieme per la pace”, organizzata da associazioni, organizzazioni, partiti e sindacati presenti sul territorio. In piazza si sono ritrovati insieme: Erinna, Usb, Prava, Kyanos, Rifondazione Comunista, Articolo 33, Sans Frontiere, Arci, Articolo 1, Solidarietà Cittadina , Anpi e molti altri.

 

Siamo di fronte alla messa in campo di politiche a favore della guerra e del terrore. Nasce l’esigenza di reagire, di unirsi e mobilitarsi per difendere i diritti della gente comune. Oggi tante persone, che amano la pace, hanno manifestato. Erano insieme: fratelli e sorelle immigrati, in cammino per una vita migliore, donne che reagiscono alla violenza, giovani solidali e antirazzisti e antifascisti, sindacalisti che difendono i diritti dei lavoratori, volontari generosi, si uniscono per reagire all’infernale spirale bellica.

 

La guerra si sta espandendo e gli Stati si alleano e si scontrano militarmente per i propri interessi, come è evidente in Siria. Il nazifascista Bashar al Assad continua perpetrare orrende stragi usando armi chimiche, spalleggiato da Putin. A tutto questo, poi, si aggiunge l’Isis che continua a spargere morte e terrore.

 

Ciò che accade in Siria riguarda tutti e non si può rimanere indifferenti. L’indifferenza conduce alla complicità. Sta a ognuno di noi mobilitarsi per controinformare, promuovere amicizia, offrire solidarietà e costruire relazioni per difendere la pace e la vita.

 

 

 

Emanuela Dei

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni