Pos obbligatorio per visite intramoenia

Questa nuova imposizione, se confermata, creerebbe soltanto ulteriore disagio agli utenti

Viterbo -

Al Direttore Generale AUSL Viterbo

Dott.ssa Daniela Donetti

 

Oggetto: P.O.S. obbligatorio

 

L’ordine perentorio ricevuto dalla dirigenza ASL, indirizzato a tutti i professionisti che esercitano l’intramoenia allargata, di accettare esclusivamente pagamenti con carte di credito e/o bancomat, ci lascia quantomeno perplessi.

Questa nuova imposizione, se confermata, creerebbe soltanto ulteriore disagio agli utenti, soprattutto anziani che normalmente non hanno carte di credito e mal si destreggiano con i pagamenti on-line.

Siamo perfettamente convinti che le priorità di questa ASL siano ben altre, aldilà dell’accanimento sull’attività intramoenia, riteniamo che la corretta gestione delle enormi liste di attesa e il problema degli affitti milionari che codesta ASL continua a pagare siano veramente più importanti, come peraltro già fatto presente alla S.V. in altri precedenti incontri.

Per quanto sopra esortiamo codesta Direzione a rivedere l’obbligo dell’uso dei P.O.S. e, se possibile, ad affrontare con decisione le emergenze da noi segnalate.

Rimanendo a disposizione per eventuali futuri incontri, ci è gradita l’occasione per inviare distinti saluti.

 

 

Viterbo 30 agosto 2016

 

Federazione Prov.le USB Viterbo

Aurelio Neri

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni