LA USB VT INCONTRA IL COMMISSARIO STRAORDINARIO ASL MACCHITELLA

Viterbo -

Una delegazione USB composta da Aurelio NERI Responsabile USB Sanità VT e da Lino ROCCHI Coordinatore Provinciale USB, ha incontrato il Commissario Straordinario ASL Viterbo il dott. Luigi MACCHITELLA, sul tavolo gli argomenti più scottanti del momento: Situazione Dipartimento salute mentale, Laboratori Analisi sul territorio della provincia, Ospedale di Civita Castellana, Ematologia a Montefiascone, (ormai reparto dell’ospedale di Belcolle);

Per il Dipartimento di Salute mentale, Il Commissario ci ha comunicato che su richiesta della Regione Lazio, entro il 15 ottobre dovranno essere segnalate alla stessa le carenze e eventuali esuberi delle ASL del Lazio, stante così le cose presume che arriveranno le autorizzazioni per colmare in parte o del tutto le carenze nei vari reparti della ASL in provincia, e quindi anche del Dipartimento di Salute Mentale, dove la maggior parte del personale, (psichiatri, psicologi, infermieri, assistenti sociali), sono a tempo determinato o precari.

La USB sostiene che questo è un piccolo passo avanti ma, Nel Dipartimento di Salute Mentale devono necessariamente essere ripristinati i posti letto dello S.P.D.C., (ora sono 8 invece di 16), secondo la normativa vigente, gli operatori precari devono essere assunti in modo definitivo così come quelli a tempo determinato, consentendo anche il ripristino delle equipe complete e necessarie nei vari Centri di Salute Mentale del territorio Viterbese;

Nell’ottica di una razionalizzazione dei Laboratori Analisi, prosegue il Dott. MACCHITELLA, richiesta dalla Regione, I laboratori di Civita Castellana e Tarquinia resteranno e continueranno ad effettuare la maggior parte degli esami, tranne alcuni analiti speciali che verranno accentrati a Belcolle per gli altri, invece, il laboratorio di riferimento sarà Belcolle tramite il trasposto delle “provette” che, se necessario, sarà potenziato razionalizzato e messo a norma, verrà potenziata anche la “rete” mettendo in comunicazione tutti i laboratori, gli altri, in un lasso di tempo ragionevole, dovranno necessariamente essere accorpati a quello di Belcolle;

Di Fatto, sostiene Aurelio NERI USB VT, il Laboratorio Analisi di Civita Castellana continuerà ad esistere così come quello di Tarquinia ma depotenziati, mentre quelli di Ronciglione, Montefiascone e Acquapendente, saranno definitivamente chiusi o relegati al ruolo di centro prelievi, l’accentramento a Belcolle per le Analisi Speciali sarà definitivo soltanto dopo l’adeguamento dello stesso; perché tanta fretta? se vogliamo dare un servizio migliore e più razionale anche dal punto di vista dei costi non possiamo attendere il completamento del blocco A3?

Il Commissario Straordinario ha dichiarato che dall’applicazione del decreto 80, su indicazione della Regione Lazio, (circa 3 anni) l’ospedale di Civita Castellana non ha un reparto di terapia sub-intensiva, ma un reparto post-operatorio, quindi parte delle risorse dell’ex reparto sub intensiva possono essere meglio utilizzate all’interno dell’ospedale stesso, rinforzando il reparto di ortopedia e spostando posti letto in questo reparto, comunque nel reparto post operatorio resteranno a disposizione le attrezzature mediche ed i macchinari del sub intensiva e che quindi, come ha comunicato rassicurandolo anche al Sindaco di Civita, in caso di urgenza potranno essere utilizzati;

 

prosegue NERI, Il Reparto di Terapia Sub-Intensiva presso l’Ospedale di Civita Castellana non esiste da più di tre anni, ne prendiamo atto, così come prendiamo atto che il personale non verrà trasferito ad altra sede ma resterà in forza all’Ospedale di Civita e sarà utilizzato per implementare i reparti ed i servizi ivi esistenti, ma, ci sembra un ulteriore sacrificio ai danni dei Cittadini di questa provincia ormai al limite, ed un ulteriore passo avanti verso la sudditanza sanitaria con Roma;

Su Ematologia poi Il commissario ci ha dichiarato che l’eventualità che sia trasferita temporaneamente (per 8/10 mesi) nel P.O. di Montefiascone, consentirà, per lo stesso periodo, di mantenere l’apertura del locale Laboratorio Analisi, domani 18 settembre 2014 ci sarà un sopraluogo del Dott. Montanaro per verificare l’idoneità dei locali!

Il blocco A3 di Belcolle sarà finito entro 8/10 mesi e lì verrà trasferita definitivamente l’ematologia mentre il Laboratorio Analisi di Belcolle verrà potenziato e trasferito in spazi più idonei, tutto in linea con le indicazioni delle normative vigenti ed il parere dell’apposita commissione all’uopo costituita;

Su queste due ultime affermazioni del Commissario, stigmatizza Lino ROCCHI Federazione USB VT, c’è molto da riflettere: Montefiascone è ormai destinato a morire per mancanza di personale, letti e volontà politica, appoggiare temporaneamente Ematologia, (per 8/10 mesi sic.), che attualmente è a Belcolle, sembra un accanimento terapeutico destinato ad illudere ancora per pochi mesi i cittadini di questa Città, mentre andrebbe di nuovo elevato al rango di ospedale, visti anche i soldi pubblici spesi per la sua messa a norma e per il bacino di utenza che serve;

Sul completamento dei lavori del Corpo A3, poi, ricordo pipino che lo dava per inaugurato entro il 2013, altri prima di lui hanno giurato e spergiurato sul suo completamento nel 2011, 2009 e chi più ne ha più ne metta, riuscirà MACCHITELLA a tenere fede a questo impegno o finirà nel mucchio? Forse ce lo dirà la storia!

La USB, concludono NERI e ROCCHI, vigilerà come sempre, sia in difesa dei Lavoratori, sia dei Cittadini di questo territorio che avrebbero necessità di un potenziamento dell’Offerta sanitaria, oggi come oggi insufficiente rispetto agli standard Europei e assolutamente risibile rispetto alla vicina Roma o alla Confinante Toscana

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni