Il Commercio al tempo del Natale! Continua l’indagine sulla sicurezza di Usb Viterbo.

Viterbo -

Ieri mattina un nutrito e determinato presidio di lavoratori Unicoop Tirreno ha protestato sonoramente sotto le finestre del ministro del Lavoro Giuliano Poletti.  L'USB ha avviato l'interlocuzione con il ministero, affinché lo stesso si faccia garante della salvaguardia occupazionale e del rispetto degli accordi fin qui disattesi.

L'Usb prende atto della conferma di tale incontro e spera in una partecipazione attiva del ministero e di tutto il governo in favore dei lavoratori.



L'Unione Sindacale di Base non farà un passo indietro e si batterà contro le chiusure, le cessioni, la malagestione della sede di Vignale Riotorto (LI) di Unicoop Tirreno, gli affitti di reparto, le esternalizzazioni e l'uso massiccio del lavoro interinale. 

L'Usb si è mobilita ancora una volta al fianco dei lavoratori Coop e continuerà a farlo a difesa dell'occupazione, del salario e dei diritti.

Il caso Unicoop è solo un esempio simbolo della situazione in cui sono costretti ad operare ogni giorno i lavoratori del commercio. In questo periodo festivo, inoltre, i dipendenti della grande distribuzione sono sottoposti maggiormente a turni estenuanti e mancanza di diritti, ciò li espone ad infortuni sul lavoro e malattie in itinere.

Grande è stata la risposta dei lavoratori al questionario anonimo, lanciato dall'Usb, sulla sicurezza nel commercio. Vede man a mano conferma l'allarmante situazione della sicurezza nella grande distribuzione, già denunciata più volte dal sindacato di base. L'80% degli intervistati ha dichiarato l'assenza di un Rls, responsabile sicurezza lavoro, nel proprio negozio, insieme ad ulteriori problemi di sicurezza dovuti a strutture fatiscenti, turni estenuanti perché spezzettati nell'arco della giornata (i quali non concedono il giusto riposo fra l'uno e l'altro) e mancanza del giorno libero ogni sette, come previsto dalla legge, a causa delle aperture forzate in vista del Natale.

Il sindacato di base invita, infine, tutti i dipendenti della grande distribuzione a compilare il questionario, completamente anonimo, in merito alla sicurezza sul posto di lavoro, per fare emergere con chiarezza qual'è la situazione lavorativa nel commercio.

Coordinamento di Viterbo