Sindacato Usb: Verso il II Congresso Nazionale “Riprendiamoci Tutto”

Viterbo -

Sabato scorso si è svolto il Congresso Regionale Confederale Usb della Regione Lazio. Un cammino che porterà al secondo Congresso Nazionale nel mese di giugno.

 

“Il sindacato Usb si molto sviluppato in questi ultimi anni,” dichiara Giudo Lutrario,Usb esecutivo nazionale “e soprattutto è cresciuta molto l’aspettativa intorno all’organizzazione. Siamo un sindacato di massa conflittuale diffuso in tutte le categorie sul tutto il territorio nazionale. Le novità che vogliamo introdurre e consolidare nei prossimi anni sono, innanzitutto, la difesa del lavoro pubblico perché è in atto una politica di svalutazione e privatizzazione del settore.

 

L’altro obiettivo è di ricompattare un classe operaia, divisa e frantumata, in modo da ricostruire l’orgoglio operaio e la forza contrattuale. Solo interrompendo quelle catene del valore, su cui hanno ricostruito le fabbriche nel nostro paese, si potranno riconquistare i diritti ormai perduti.

 

La terza novità è stata la creazione della Federazione del Sociale, che abbraccia tutti quei lavoratori, così detti atipici e a partita Iva, che rappresentano una forza lavoro enorme. Una forza collettiva e organizzata può essere uno strumento valido per compattare tutte queste realtà che ora non hanno voce.”

 

Usb Viterbo, nella figura di Luca Paolocci responsabile del Lavoro Privato, segue i lavori di preparazione, per il secondo Congresso Nazionale, sempre nello spirito di una crescita teorica e politica, diretta a un rinnovo del quadro dirigenziale e alla presa in carico della gestione nazionale del settore.

 

 

Usb Viterbo